fbpx
Una pianta di aloe vera
Foto: Unsplash.com

Aloe vera: 9 Proprietà Benefiche e gli Usi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Indice

L’utilizzo dell’aloe vera da parte dell’uomo risale a moltissimi anni fa, tanto da passare come pianta miracolosa nel corso della storia. Questo è dovuto all’enorme quantità di elementi attivi presenti nella pianta, che l’uomo ha sfruttato per il proprio benessere (come per altri prodotti di origine vegetale).

Che cos’è l’aloe vera?

L’aloe vera è una pianta succulenta perenne della famiglia delle Aloeacee, è originaria della penisola araba e predilige il clima secco e caldo. È presente in diversi prodotti ad uso lassativo, ma ha anche proprietà antinfiammatorie, depuratici e nutrienti.

Delle piante di aloe vera dentro i vasi
L’aloe vera può essere coltivata facilmente anche in casa | Foto: Pexels.com

Proprietà dell’aloe vera

Grazie alla svariata quantità di sostanze benefiche contenute al suo interno, l’aloe vera ha molti campi d’applicazione. I principi attivi presenti nella pianta “collaborano” fra di loro regalando a chi gli assume diversi benefici. L’aloe è costituita da quattro grandi categorie di componenti, ognuna delle quali le conferisce proprietà diverse fra loro, ma ugualmente importanti. Tutte le proprietà terapeutiche sono connesse a queste grandi famiglie che compongono l’aloe vera:

  • Mucopolisaccaridi
  • Oligoelementi
  • Steroidi
  • Antrachinoni

Proprietà di gastroprotettore

Il succo di aloe vera agisce come gastroprotettore naturale. I mucopolisaccaridi, in particolare l’acemannano, sono responsabili della protezione delle mucose. Queste sostanze aderiscono alle pareti del tratto digerente, formando una pellicola protettiva in grado di difendere i tessuti interni dello stomaco dai succhi gastrici e dagli agenti irritanti.

Dunque, il succo d’aloe vera è ideale per contrastare infiammazioni delle mucose, colite, ulcera o gastrite. Prendere regolarmente aloe vera può aiutare sia in caso di diarrea che di costipazione, favorendo la regolarità intestinale.

Proprietà cicatrizzante e riepitelizzante

L’aloe vera è in grado di velocizzare la cicatrizzazione di una ferita. Questo è dovuto alla presenza dei glucomannani. Essi potenziano la sintesi del collagene (la proteina che fa da sostegno alla pelle) e aumentano la riepitelizzazione, grazie alla stimolazione dell’attività dei macrofagi.

Proprietà antiossidante

L’aloe vera contrasta anche l’invecchiamento tramite le vitamine C ed E, insieme agli oligoelementi antiossidanti come manganese e selenio. Questi elementi aiutano il corpo nel combattere i radicali liberi e gli effetti dell’invecchiamento cutaneo. Inoltre, il mix di vitamine e minerali permette all’aloe vera una migliore irrorazione del sangue, dunque un miglior apporto di ossigeno ai tessuti.

Proprietà antinfiammatoria

Il terzo gruppo di sostanze importanti che costituiscono l’aloe vera sono gli steroidi. Questi ultimi sono responsabili della proprietà antinfiammatoria della pianta, ovvero quella maggiormente studiata.

L’efficacia degli steroidi dell’aloe vera è paragonabili a quella dei farmaci di sintesi a base steroidea, ma senza tutti gli effetti collaterali tossici delle molecole chimiche in questione. Inoltre può ridurre l’arrossamento, il dolore ed il gonfiore dovuti alla tensione muscolare, agli strappi e alle distorsioni. Il gel dell’aloe ha un’azione calmante sui tessuti infiammati e risulta utile nei problemi come l’artrite, i reumatismi o i dolori articolari.

Delle foglie di aloe vera
Storicamente, l’aloe vera è stata utilizzata per vari scopi, incluso il trattamento di ferite, perdita di capelli ed emorroidi | Foto: Pixabay.com

Proprietà lassativa

Gli effetti lassativi dell’aloe vera sono dovuti alla presenza degli antrachinoni, dei veri e propri “spazzini del corpo”. Questi ultimi purificano l’organismo attraverso lo stimolo sulle contrazioni muscolari del tratto terminale dell’intestino. Studiando l’aloe, però, si è scoperto che questa sostanza può risultare tossica o causare problemi gastrici, ragion per cui viene rimosso l’aloina durante la lavorazione del succo d’aloe.

Proprietà immunostimolante

L’abbondante quantità di acemannano, un mucopolisaccaride presente nell’aloe vera, permette di potenziare e riattivare le difese immunitarie. L’acemannano interagisce con il sistema immunitario: regola le risposte immunitarie agli agenti infettivi o sensibilizzanti, ad esempio allergie o malattie autoimmuni. È un efficacie stimolatore di macrofagi, aumentando la loro attività contro le tossine.

Proprietà antibiotica e antibatterica

La presenza di aloine, di acido aloetico e di glicosidi antrachinonici forniscono all’aloe proprietà antibiotiche naturali. Ciò permette all’aloe vera di curare molti tipi di infezione, comprese le infezioni di origine micotica. Grazie all’azione antisettica dell’acido cinnamico e crisofanico ha una grande capacità di uccidere i batteri.

Proprietà anestetica

L’aloe vera stimola la produzione di endorfine ed è in grado di attenuare i dolori, sopratutto quelli di origine muscolare e quelli alle articolazioni. Inoltre, agisce da calmante sui nervi perché contiene diversi analgesici. Può facilmente penetrare e ridurre le infiammazioni e la presenza dell’acido acetilsalicilico esercita un’azione anestetica ed analgesica.

Proprietà disintossicante e depurativa

Quando viene assunta internamente come bevanda, l’aloe vera depura e disintossica il corpo attraverso il sistema digerente e penetrando nei tessuti. In più, ha un effetto stimolante per l’attività del fegato: favorisce l’attività epatica, la rimozione delle tossine e delle altre sostanze dannose per l’organismo. Il succo di aloe vera è in grado di favorire anche la diuresi e lo smaltimento dei liquidi in eccesso.

Che cos’è il succo di aloe vera?

Il succo di aloe vera si ricava dalle foglie di differenti specie del genere Aloe. Una volta estratto, il succo si presenta di colore giallo e di sapore acre. Si ottiene dalle porzione più superficiali delle foglie dove, appena sotto la loro epidermide, sono presenti le cellule che lo contengono.

Quello che si trova in commercio e che viene chiamato succo d’aloe è in realtà gel diluito. Il succo vero e proprio è una sostanza di aspetto simile al vetro e viene utilizzata in piccole dosi per combattere la stitichezza. Il succo puro è talmente potente da renderlo un vero e proprio purgante.

Che cos’è il gel di aloe vera?

L’aloe gel si ottiene dalle rimanenze delle foglie. Da quest’ultime viene rimossa l’epidermide e, in seguito, la parte centrale viene lavorata. Il gel si presenta come un liquido trasparente e incolore. Per uso esterno viene utilizzato come antinfiammatorio e cicatrizzante; per uso interno, invece, viene utilizzato come integratore una volta diluito.

Gel di aloe vera con dei pezzi di foglia tagliata
Nei tempi antichi veniva definita una pianta magica in grado di curare ogni male, quasi un elisir di lunga vita | Foto: Pixabay.com

Uso interno dell’aloe vera

Il succo di aloe, ovvero il gel diluito, contiene vitamine, sali minerali, amminoacidi ed altre sostanze benefiche per l’organismo. Generalmente va assunto una o due volte al giorno: la mattina a stomaco vuoto e successivamente la sera. La dose giornaliera varia a seconda della marca.

Quando bere il succo di aloe

Può essere assunto a partire dai primi periodi di freddo e continuare per i mesi invernali, interrompendo l’utilizzo per una decina di giorni ogni trenta. Le proprietà immunostimolanti dell’aloe vera rendono il succo ideali per aumentare le difese immunitarie e contrastare virus e sintomi influenzali.

Un altro momento ideale per assumere il succo di aloe è quando non riusciamo a seguire una dieta equilibrata. Essendo ricco di vitamine può aiutarci compensando ciò che non riusciamo ad integrare nella nostra alimentazione. Oppure, è utile per reintegrare i sali minerali persi durante un attività fisica o in periodi di grande caldo.

Se invece vogliamo sfruttare tutte le proprietà antiossidanti dell’aloe vera è necessario bere il succo tutto i giorni e sospendendone l’assunzione per quindici giorni giorni ogni trenta di utilizzo.

Uso cosmetico dell’aloe vera

La ricerca di rimedi naturali per la cura del proprio corpo è un tema che oggi è sempre più discusso. Grazie alle sue mille proprietà, l’aloe vera ha diversi campi applicativi come cosmetico naturale.

Cura della pelle

Possiamo utilizzare il gel per la cura di scottature, abrasioni o ferite. Il gel è efficace nell’accelerare la guarigione di lesioni cutanee di vario tipo. Nel caso di una scottatura solare avremo un’azione lenitiva e rinfrescante. Inoltre, può portare sollievo anche in caso di dolori alle gambe gonfie e affaticate.

Il gel contrasta anche i segni dell’acne. È un ottimo rimedio naturale per combattere anche la comparsa di un brufolo dell’ultimo minuto in quanto il suo effetto sarà disinfiammante e cicatrizzante. Essendo trasparente può essere applicato in qualsiasi momento della giornata oppure in maggiori quantità come impacco per la pelle prima di dormire.

Il gel di aloe è fra i rimedi naturali utilizzati come crema per il viso e per il corpo. È un ottimo sostituto delle creme idratanti e risulta più leggero. L’aloe contiene degli zuccheri in grado di trattenere l’acqua, rendendo la pelle liscia ed idratata. Inoltre, previene la comparsa di rughe e minimizza la presenza di quelle già formate.

Anche nel caso di una puntura d’insetto potrete applicare il gel. Questo rimedio naturale è adatto sia ad adulti che a bambini. Applicato in piccole quantità, proprio come una pomata, ridurrà il prurito ed il rossore generati dalla puntura.

Cura dei denti

Il gel di aloe vera può essere utilizzato anche come dentifricio. Per realizzarlo basterà mescolare quattro cucchiai di gel ad un cucchiaio di argilla bianca e cinque gocce di olio essenziale di menta. Otterrete, così, un dentifricio naturale.

Inoltre, potete ricavarne anche un collutorio se soffrite di denti e gengive sensibili. In questo caso occorrerà mescolare un cucchiaio di gel in un bicchiere d’acqua.

Cura dei capelli

Un altro utilizzo è come impacco per capelli. Frullate il prodotto per avere un composto più omogeneo, poi applicatelo sui capelli umidi e lasciatelo agire per 15-30 minuti. Una volta lavati otterrete dei capelli più morbidi e splendenti. Questo utilizzo è ideale anche per combattere la forfora.

Parte interna delle foglie di aloe vera
Il gel di aloe vera può essere prodotto anche in casa | Foto: Pixabay.com

La pianta di aloe vera

L’Aloe vera è una pianta erbacea perenne che può arrivare fino ad un metro di altezza.

Le foglie sono di colore verde chiaro e sono carnose. Sono disposte a ciuffo come i petali di una rosa e la loro lunghezza varia dai 40 ai 60 cm. Si presentano lungamente lanceolate, con apice acuto, hanno una cuticola molto spessa e delle spine lungo i lati. Le foglie hanno la capacità di cicatrizzarsi quasi immediatamente se tagliate, per evitare la fuoriuscita della linfa.

In estate è possibile ammirare i fiori che spuntano da steli rigidi e legnosi al centro della pianta. I fiori di aloe vera possono essere di colore rosso, giallo o arancio. In commercio è possibile trovare tè con fiori di aloe in quanto molto aromatici. L’aloe è autosterile, ciò vuol dire che si riproduce solamente con l’impollinazione incrociata dato che i fiori maschili e quelli femminili della stessa pianta non si incrociano fra loro.

La pianta è originaria dell’africana (da qui il nome popolare Giglio del Deserto) e predilige climi caldi e secchi. Si adatta ad ogni tipo di terreno purché non sia mai eccessivamente umido. È  possibile trovare piantagioni di Aloe in ogni continente. In Europa il maggior produttore è la Spagna, mentre in Italia questo tipo di coltivazione è ancora agli inizi.

L’Aloe vera può sopravvivere anche in appartamento, se adeguatamente illuminato, ed essere tenuta addirittura in camera da letto perché capace di liberare ossigeno ed assorbire anidride carbonica. Risulta una buona soluzione anche per composizioni ornamentali.

Piante di aloe vera in fioritura con il mare sullo sfondo
Le tonalità dei colori dei fiori di aloe vera possono sfumare dal rosso al giallo | Foto: Pixabay.com

Effetti collaterali e controindicazioni

Come tutte le cose, anche l’aloe vera ha delle controindicazioni, specialmente se si assume tramite del succo fai da te. I prodotti in commercio sono privi di aloina e dunque non si corre il rischio di andare in contro ad eventuali effetti indesiderati.

Gli effetti collaterali dell’Aloe vera riguardano per lo più il tratto gastro intestinale, provocando crampi e diarrea. Inoltre, è sconsigliato assumerla durante la gravidanza, ed anche durante l’allattamento, in quanto potrebbe rendere il latte materno amaro.

Nelle persone diabetiche, in particolare in chi assume farmaci per contenere i livelli di glucosio, è necessaria maggiore cautela data l’ipotesi che componenti dell’aloe possano comportare un ulteriore calo dello zucchero.

Il gel di aloe, invece, non ha dimostrato effetti collaterali e può essere assunto anche dai bambini. In ogni caso si consiglia sempre di assumerlo con cautela e di consultare un medico specialista prima di farne uso.

Studi scientifici

Nonostante le numerose proprietà terapeutiche dell’aloe vera va specificato che nessuna di quelle citate precedentemente si basa su dati sicuri al 100%. Dunque, non ci sono prove sufficienti per dimostrare in maniera inconfutabile se l’aloe vera sia utile per la maggior parte degli scopi per i quali le persone la usano.

Lo studio di questa pianta è ancora in corso, l’unica cosa certa è che se gli antrachioni contenuti all’interno della linfa vengono ingeriti sono dei forti lassativi. Diversi studi indagano sulla sicurezza e sull’efficacia di questo prodotto.

tag post:
Condividi su facebook
CONDIVIDI
Iscriviti alla Newsletter
Non preoccuparti, anche noi odiamo lo spam.
© 2020 | Greender.it