fbpx
Delle carote sopra un tavolo
Foto: Pixabay.com

Carote: 8 benefici, varietà e proprietà nutritive

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Indice

La carota è un ortaggio ritenuto spesso l’alimento salutare perfetto. Oltre ad essere croccante e gustosa, è un ottimo mix di sali minerali e vitamine ed offre diversi benefici per il corpo come la perdita di peso, la riduzione del colesterolo o – com’è infatti risaputo – un miglioramento della salute degli occhi e, quindi, della vista.

Inoltre, essendo molto versatile in cucina, la carota può essere consumata in molti modi diversi: perfetto snack light da portare con sé se frullata può diventare un ottimo succo oppure, al pari delle altre verdure, può essere gustata a tavola come contorno.

Una carota che spunta fuori dalla terra
Le carote vengo raccolte tutto l’anno e sono sempre disponibili | Foto: Pixabay.com

Che cosa sono le carote?

La pianta della carota (Daucus carota) è un’erbacea biennale dal fusto verde che appartiene alla famiglia delle ombrellifere (Apiaceae). La sua altezza massima è di circa un metro e produce dei fiori bianchi a cinque petali la cui forma ricorda quella di un ombrello. La carota è uno degli ortaggi più comuni, cresce facilmente in posti assolati o in zone calde e sassose ed è coltivata in tutto il mondo.

Nello stato spontaneo è una pianta infestante, ragion per cui esistono diverse varietà di carote che variano per forma e colore: le carote asiatiche sono generalmente lunghe, dalla forma conica e sono color zafferano. Quelle europee, invece, sono più arrotondate all’estremità e sono arancioni.

La carota è la parte commestibile, cioè la radice (da non confondere con i tuberi come il topinambur). Quest’ultima, in genere, ha una lunghezza che varia dai 3 ai 20 cm ed un diametro da 1 a 6 cm.

Varietà di carote

Oltre al classico colore arancione a cui siamo abituati, è possibile trovare anche carote rosse, viola o nere. Questo è dovuto ad una serie di innesti realizzati nel corso degli anni atti a migliorare le caratteristiche della carota selvatica. Inoltre, questo lavoro ha permesso di gestire il tempo di maturazione, in modo da avere a disposizione le carote in ogni periodo dell’anno.

Diverse varietà di carote
Il colore originale della carota era il viola | Foto: Pixabay.com

Carota rossa

La varietà di colore rosso ha una grande presenza di luteina, una sostanza che protegge gli occhi dai raggi ultravioletti. Sono ricche di licopene, un idrocarburo che contrasta i radicali liberi che causano invecchiamento cellulare del nostro corpo. Questa varietà di carote aumenta le difese contro le malattie dell’apparato circolatorio. Infine, è decisamente perfetta nell’insalata insieme alla barbabietola (è buona anche e soprattutto se consumata cruda).

Carota bianca

Le carote bianche sono un ottimo antitumorale riuscendo a contrastare la comparsa di alcuni tipi di cancro. Ideali anche contro disturbi cardiovascolari gravi, come l’infarto e l’arteriosclerosi, in quanto combattono l’accumulo di grassi nelle arterie. In più, contiene tutti i nutrimenti necessari per l’occhio come: Vitamina A, sali minerali, ferro e calcio. Questa varietà di carota è buona sia mangiata cruda, sia cotta al forno con le patate.

Carota gialla

Grazie al loro basso contenuto di fruttosio, glucosio e saccarosio rispetto alle cugine arancioni, le carote gialle sono perfette per chi segue diete ipoglicemiche. Vengono anche utilizzate per la preparazione di gelati o confetture. È un’ottima varietà da mangiare sia cotta al vapore che cruda.

Questa varietà viene anche detta “carota di Polignano” in quanto viene coltivata in una ristretta area nei pressi di Polignano a Mare, in provincia di Bari. Il modello di agricoltura di questa carota, basato sulla qualità e sul recupero di sapori e di tecniche produttive tradizionali, le ha permesso di ottenere il riconoscimento dei presidi Slow Food.

Carota viola

Il colore viola è quello originale della carota. In seguito a diversi incroci, furono gli olandesi a modificarne il colore fino ad arrivare a quello che tutti noi oggi conosciamo e consideriamo comune.

A livello nutrizionale si differenziano dalle carote arancioni per alcuni aspetti: hanno il 22% in meno di zucchero e sono ricche di anotciani, pigmenti idrosolubili che appartengono alla famiglia dei flavonoidi e che ne danno il tipico colore scuro. Questo elemento permette un effetto antiossidante maggiore rispetto alle colleghe color arancio. È una varietà ideale da utilizzare per preparare dei dolci.

Carota nera

Le carote nere devono il loro colore alla presenza di antociani e antocianine, come nel caso di quelle precedentemente descritte. Sono, però, ancora più ricche di antiossidanti ed hanno anche un effetto antinfiammatorio maggiore rispetto a tutte le altre varietà. Pur non essendo particolarmente piene di Vitamina A, offrono effetti benefici per gli occhi, favorendo la loro protezione. Sono ottime lesse insieme alle patate.

Valori nutrizionali delle carote

Per 100 grammi, la carota apporta circa 40 calorie al nostro corpo e contiene:

Parte edibile 95% (g)Minerali (mg)Vitamine (mg)
Acqua 91,6 Ferro 0,7Vitamina B1 0,04
Proteine Tot. 1,1 Calcio 44Vitamina B2 0,04
Carboidrati disp. 7,6Potassio 220Vitamina C 4
Carboidrati solu. 7,6 Sodio 95Niacina 0,7
Lipidi Tot. 0 Fosforo 37Vitamina B6 0,12
Fibra alimentare 3,1 Zinco 0,4Vitamina E 0,46
Colesterolo 0 Rame 0,19Vitamina A 6888 (µg)
ß-carotene eq.
Tabella dei valori nutrizionali delle carote

Proprietà nutrizionali delle carote

In termini nutrizionali le carote offrono una gran quantità di sali minerali, vitamine e fibre. Questa caratteristica rende la carota ideale da inserire nella propria dieta, non solo per il suo sapore, ma sopratutto per i benefici che offre all’organismo.

Delle carote tagliate
La carota è ricca di sali minerali, fibre e vitamine | Foto: Unsplash.com

Carboidrati

Le carote sono principalmente composte da acqua e carboidrati. Questi ultimi sono costituiti da amido e da zuccheri, come il glucosio e il saccarosio.

Le carote hanno un basso indice glicemico (IG), ovvero la velocità con cui un alimento incrementa i livelli di glucosio nel sangue dopo averlo mangiato. L’IG della carota va da 16 a 60: più basso se mangiata cruda, più alto se cotta e il massimo se consumata in forma di purea.

Gli alimenti con un basso indice glicemico (ad esempio i legumi come i piselli) portano numerosi benefici all’organismo, sopratutto per le persone che soffrono di diabete.

Sali minerali

Questa radice commestibile presenta un elevato numero di sali minerali al suo interno (come potassio, sodio, calcio, fosforo, ferro, zinco e rame). In particolare, il potassio svolge un ruolo importante nel controllo della pressione. Grazie alla sua ricchezza di sali minerali, la carota è un ottimo rimineralizzante che rinfresca e depura l’organismo.

Fibre

Le carote contribuiscono al benessere dell’organismo anche per il loro contenuto di fibre alimentari. La fibra contenuta nella carota aumenta il senso di sazietà ed è, dunque, indicata per chi segue un dieta aiutandoci ad evitare di assumere calorie eccessive durante il giorno.

La forma principale di fibra solubile nelle carote è la pectina. Questa fibra è in grado di abbassare i livelli di zucchero nel sangue rallentando la digestione di zucchero e amido.

Alcune fibre solubili riescono a diminuire l’assorbimento del colesterolo da parte dell’apparato digerente riducendone il contenuto nel sangue. Inoltre, possono favorire i batteri amici nell’intestino e, dunque, migliorare la salute e ridurre il rischio di malattie.

Le principali fibre insolubili nelle carote, invece, sono cellulosa, emicellulosa e lignina. Le fibre insolubili possono ridurre il rischio di costipazione e promuovere movimenti intestinali regolari.

Vitamina A

Le carote sono molto ricche di beta-carotene (o provitamina A), ovvero un pigmento naturale che appartiene alla famiglia dei carotenoidi e che il corpo converte in vitamina A. Le carote, come la frutta e la verdura di colore giallo-arancio, devono la loro pigmentazione proprio al beta-carotene.

È infatti possibile trovare questa sostanza in tanti prodotti vegetali, specialmente nella frutta. La sua assimilazione favorisce la vista ed è importante per contrastare diverse patologie e disfunzioni.

Vitamina B

Anche se non in elevata quantità, le carote hanno un moderato contenuto di vitamine del gruppo B, specialmente B6.

La vitamina B6 contribuisce alla formazione degli ormoni e dei globuli bianchi e rossi ed ha il ruolo fondamentale di formare una barriera immunitaria contro le malattie e di stimolare le funzioni cerebrali e prevenire l’invecchiamento. Inoltre, è coinvolta nella conversione del cibo in energia.

Vitamina C

Un’altra vitamina di cui la carota ne ha un discreto contenuto è la vitamina C. La vitamina C (o acido ascorbico) contribuisce a diverse reazioni metaboliche.

Grazie alla sua potente capacità antiossidante, la vitamina C può inibire la sintesi di agenti cancerogeni, aumenta le barriere del sistema immunitario e aiutando il corpo a prevenire il rischio di tumori, in particolare allo stomaco. Inoltre, il suo contributo è essenziale per neutralizzare i radicali liberi.

Vitamina K

La vitamina K, o naftochinone, fa parte delle vitamine liposolubili. Svolge un ruolo fondamentale nel processo di coagulazione del sangue e assicura la funzione delle proteine ​​che formano e mantengono le ossa sane.

Proprietà benefiche delle carote

Tutti questi elementi presenti all’interno delle carote offrono all’organismo numerose proprietà benefiche.

Delle carote intere e deu bicchieri di succo di carota
La carota ha numerose proprietà benefiche | Foto: Pixabay.com

Prevenzione contro il cancro

Una dieta ricca di carotenoidi potrebbe diminuire la comparsa di alcuni tipi di cancro, tra cui i tumori della prostata, del colon e, insieme alla vitamina A, dello stomaco. Nelle donne, in cui è presente un alto livello di carotenoidi, è possibile che si riduca la comparsa di cancro al senso.

Favoriscono la dieta

Grazie al suo basso contenuto calorico (circa 40 calorie per 100 g di carote), la carota cruda è un ottimo alleato di chi decide di seguire una dieta dimagrante. Inoltre, la carota offre senso di sazietà e diminuisce l’apporto calorico nei pasti successivi.

Benefici per gli occhi

Una volta che il beta-carotene (sostanza di cui la carota è ricca) viene convertito dal fegato in vitamina A, i carotenoidi favoriscono la visione notturna.

Rafforzano le ossa

Come già detto precedentemente, la presenza della vitamina K nella carota rafforza le ossa, in quanto questa vitamina è essenziale per la metabolizzazione del calcio nelle ossa.

Riducono il colesterolo

Assumere carote regolarmente modifica l’assorbimento del colesterolo diminuendone la presenza nel sangue.

Antiossidanti

La carota è ricca di beta-carotene, un potente antiossidante che aiuta a mantenere la pelle più giovane ed elastica. La presenza di vitamine A e C, riduce il problema dell’eczema, una malattia causata proprio da carenza di vitamina A.

Inoltre, il consumo di carote contrasta la perdita di capelli favorendone la crescita e migliorando la salute del cui capelluto grazie alle vitamine A e B. La vitamina A, inoltre, è necessaria per lo sviluppo dei tessuti. Il consumo regolare di carote può rafforzare le unghie.

Proteggono denti e gengive

Grazie ai minerali presenti nella carota, i denti hanno una protezione maggiore, se mangiate regolarmente. In più, mangiare carote pulisce denti e stimola la produzione di saliva, la quale riduce la presenza di batteri all’interno della bocca.

Aiutano la pelle

Sempre grazie al beta-carotene, la carota favorisce lo sviluppo dell’abbronzatura e al tempo stesso previene bruciatore e ustioni grazie alla sua capacità di fotoprotezione.

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni quando si consuma una quantità adeguata di carote, anzi, è consigliato inserirle nella dieta dei bambini già durante lo svezzamento.

L’unico effetto collaterale potrebbe essere quello di avere una pelle giallastra. Questo è dovuto ad un accumulo eccessivo di beta-carotene all’interno del corpo, ma basta diminuirne l’assunzione per risolvere il problema.

tag post:
Condividi su facebook
CONDIVIDI
Iscriviti alla Newsletter
Non preoccuparti, anche noi odiamo lo spam.
© 2020 | Greender.it