fbpx
Benessere psicologico e natura
Il contatto con la natura favorisce il benessere psicologico

Ambiente e Umore: come la Natura riduce lo Stress

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Indice

Quanto influisce l’ambiente che ci circonda sulle persone che lo abitano? Più di quanto potremmo immaginare. Questo è il fulcro d’interesse di una disciplina neonata – se cosi si può dire – chiamata psicologia ambientale – ambito di studi dagli anni Sessanta. Abbraccia diverse aree di ricerca, volte sostanzialmente allo studio di rapporti tra persone e rispettivi entourages socio-fisici.

La psicologia ambientale, in sintesi, la possiamo definire come lo studio psicologico delle relazioni – o transazioni – in alcune accezioni – tra le persone e l’ambiente fisico, anche se molto spesso si tratta di ambiente fisico-sociale – stando a quanto affermano prima Clayton e, in seguito, Gifford, nel 2014.

Bonnes e Bonaiuto affrontano, invece, la psicologia ambientane seguendo un approccio di duplice di natura: se da un lato s’interessano ai cambiamenti che l’ambiente induce sulle persone, dall’altro guardano ai cambiamenti che le persone inducono sull’ambiente.

La psicologia ambientale è una disciplina ancora poco conosciuta in Italia

Nonostante la psicologia ambientale sappia ben esaminare l’interrelazione tra ambiente e affettività, cognizione e comportamento ( stando a quanto affermando studiosi del calibro di Bechtl, Churchman – nel 2002 – Gifford – nel 2007 – e, infine, Srokals e Altman – entrambi nel 1987), all’interno della nostra Nazione questa disciplina non è ancora ben costituita.

Oltreoceano la psicologia ambientale ed architettonica gode di una sua identità ed armonia – essendo ben inquadrata come strumento dal fondamento empirico e scientifico ben saldo. Al contrario, in Italia – ma più in generale in Europa- tale processo è ancora in via di sviluppo. Il contatto con la natura favorisce l’attenzione diretta, considerando che gli ambienti naturali offrono la diretta opportunità di allontanarsi dalla frenesia della quotidianità (Kaplan e Kaplan, 1989).

Visitare un parco aiuta a ridurre lo stress: è scientificamente provato

Visitare parchi riduce lo stress
Visitare parchi riduce lo stress nella maggior parte delle persone.

Risulta chiaro da una recente ricerca che visitare parchi – giardini, o comunque ampie zone verdeggianti – favorirebbe il recupero dello stress nell’87% degli intervistati, oltre ad un senso di benessere ed equilibrio nel 40% dei casi (Hansmann et al., 2007), incidendo anche nella riduzione della rabbia e della frustrazione oltre che sull’aggressività (Groeneweggen et al., 2006).

Lo psicologo e psicoterapeuta Luca Mazzucchelli ha messo in evidenza il legame che intercorre tra la nostra casa e lo stato d’animo; inoltre, si sofferma sui modi in cui possiamo migliorare la nostra casa e i suoi ambienti. Un primo punto cardine è la natura: gli elementi naturali riducono l’affaticamento mentale e ristorano l’attenzione. Un tema centrale del concetto di natura nel nostro vissuto è legato alla biofilia, ovvero l’attrazione ancestrale dell’uomo per la natura.

«Nel nostro passato gli ambienti ricchi di vegetazione e acqua favorivano la nostra sopravvivenza»

spiega Mazzucchelli
Foto di Prudence Earl | Avere una casa con elementi naturali favorisce il benessere psicologico

Quindi, è risaputo: essere esposti a elementi naturali si associa ad alti livelli di benessere psicologico e riduce stress e ansia – queste evidenze sono state confermate, anche in questo caso, da studi scientifici. Ecco perché in casa occorre inserire elementi naturali come legno, pietra, acqua, piante, come materiali o complementi. Possono essere sufficienti anche rappresentazioni della natura, sotto forma di foto, quadri, sottofondi sonori per ridurre irritabilità e ansia.

Inserire in casa qualcosa di vivo – animali, piante, orto – ci ricorda la nostra capacità di rinascere e rinnovarci continuamente

Luca Mazzucchelli.
Elementi naturali come il legno migliorano il benessere psicologico in particolare riducono ansia e stress
Essere esposti ad elementi naturali – uno su tutti: il legno – all’interno della propria abitazione, favorisce il benessere psichico.

Materiali ed elementi naturali rendono le nostre abitazioni “ambienti rigenerativi”, ristorativi, concetti base dell’effetto restorativeness. L’effetto ha una base chiaramente fisiologica: dopo l’esposizione a simulazioni di ambienti naturali o ambienti urbani, si viene sottoposti ai cosidetti stressor – delle misure impiegate per supportare psicologicamente i cambiamenti riportati sul sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Questi stressor evidenziano come il recupero dello stress sia nettamente più veloce all’interno di un ambiente naturale (Ulrich, Dimberg, & Driver, 1990; Ulrich et al., 1991).

Quindi, cosa aspettate? Circondatevi di piante, quadri di foreste e tavolini di legno: vi aiuteranno notevolmente a ridurre lo stress accumulato durante le vostre lunghe – e infinite – giornate lavorative.

tag post:
Condividi su facebook
CONDIVIDI
Iscriviti alla Newsletter
Non preoccuparti, anche noi odiamo lo spam.
© 2020 | Greender.it