fbpx

Olio di Cocco: Benefici Alimentari e Altri Utilizzi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Indice

Fino a qualche tempo fa l’olio di cocco era considerato un prodotto ricco di grassi nocivi per la salute cardiovascolare. Oggi invece – grazie soprattutto al web e alla possibilità di reperire facilmente le informazioni – questo prodotto ha visto crescere tantissimo il suo utilizzo qui in Occidente, anche e soprattutto in Italia.

Nonostante sia stato fortemente rivalutato, l’olio di cocco continua ad essere guardato con sospetto: c’è chi lo sconsiglia per via del suo alto contenuto di grassi insaturi (come il resto degli alimenti a base grassa: burro, tuorlo d’uovo ecc) che andrebbe – secondo alcuni studi – ad incrementare il contenuto di colesterolo LDL. Altri, invece, sostengono che questi grassi non siano sempre nocivi, dato che spesso vengono confusi con i grassi trans (oli o grassi che sono stati trasformati) essendo di origine vegetale e non animale.

Una noce di cocco aperta a metà

L’olio di cocco è un olio ricco acido laurico: si ritiene che possa avere alte qualità antibatteriche e, soprattutto, un effetto protettivo per quanto riguarda i rischi cardiovascolari. Sono in molti a consigliare l’olio di cocco per le sue tante proprietà benefiche, vediamone alcune:

Olio di Cocco per uso Alimentare

Come abbiamo già detto prima, l’olio di cocco viene largamente utilizzato in ambito culinario e alimentare. Questo perché la sua struttura molecolare lo rende l’alleato ideale quando si parla di cucina: viene utilizzato come olio per la cottura, ovviamente, poiché quando viene riscaldato non produce sostanze nocive.

Panna Montana vegana

L’olio di cocco può essere appunto montato – un po’ come succede con la panna. I suoi grassi se stimolati nel giusto modo, producono una sorta di panna montata soffice e delicata – che, diversamente dalla panna stessa, ha un’origine del tutto vegetale. Trova una perfetta applicazione durante la preparazione di dolci risultando quindi un ottimo sostituto vegano alla normale panna (ottenuta, come sappiamo, dal grasso del latte).

Frullati biologici e vegani

Oltre ad essere buonissimi, i frullati sono anche il metodo più facile e veloce per assumere frutta e verdura, e beneficiare così dei loro effetti positivi. Nella preparazione dei frullati possiamo utilizzare l’olio di cocco come valido sostituto del latte: aiuterà a far assorbire più efficacemente le sostanze liposolubili (che si sciolgono nei grassi) e – non da poco – renderà i nostri frullati deliziosi senza dover ricorrere all’utilizzo di grassi animali.

Alleato delle Diete Metaboliche

Una delle – poco conosciute – proprietà dell’olio di cocco è la sua capacità di attivare e velocizzare il metabolismo: i trigliceridi che vi sono contenuti producono delle riserve di energia che, invece di essere immagazzinate – come accade con altri tipi di grassi – vengono consumate e bruciate immediatamente dall’organismo, fornendo energia per le attività sportive e sono solo. Inoltre, poiché rilascia gradualmente le proprie sostanze nutritive, partecipa al mantenimento dei livelli stabili di glucosio nel sangue.

Aiuto Naturale ai Farmaci

Sono molteplici gli utilizzi “medici” – anche se ricordiamolo: non sostituisce i farmaci – dell’olio di cocco: ricco di componenti anti-virali (come abbiamo ricordato anche prima, grazie alla presenza dell’acido laurico) può fornire sollievo dal dolore e aiutare nella guarigione dall’Herpes Labiale. Inoltre, è un valido aiuto nel combattere la Candida (un’infezione batterica piuttosto comune e fastidiosa) e aiuta la prevenzione, aumentando le difese immunitarie. Grazie alla presenza di questi grassi, al pari di altre sostanze come il miele, è un alleato portentoso contro il mal di gola: sciolto in acqua calda oppure – al pari del miele – nel latte caldo, rappresenta un ottimo metodo fai-da-te per combattere il bruciore e il fastidio alla gola.

L’olio di cocco è prodigioso come balsamo per le labbra secche.

Uso Cosmetico Naturale

Ricco di sostanze antiossidanti, lo sapevi che aiuta a prevenire l’invecchiamento? Ma non solo: è adatto anche alle pelli più giovani poiché si è rivelato essere adatto a lenire i fastidi dell’acne. Noto per le sue proprietà emollienti ed idratanti – essendo, appunto, un olio – è perfetto per chi soffre di secchezza alle mani (e su tutto il corpo): poche gocce di quest’olio renderanno la tua pelle soffice, idratata e tonica. Inoltre, è ricco di vitamina E!

Grazie alla presenza di specifici tipi di grasso, è fantastico per la preparazione fai-da-te di struccanti naturali: conosci lo struccante bifasico? Ecco, funziona più o meno così. Infatti, riesce facilmente a sciogliere anche il trucco waterproof strofinandolo sulle ciglia, sulla pelle e ovunque ci sia necessità di rimuovere il make-up insistente. Si sciacqua delicatamente con acqua tiepida.

Infine, è ottimo come crema corpo anche e soprattutto dopo la rasatura: noterai che la tua pelle, particolarmente sensibile, gradirà l’olio di cocco poiché, essendo naturale, non danneggerà la pelle in alcun modo. Utile anche da applicare sulle smagliature – quei fastidiosi inestetismi che, purtroppo, sono molto comuni nelle donne, grazie alle sue proprietà elasticizzanti.

Olio di Cocco: non abusarne in cucina, ma tienilo sempre in casa.

Da italiani sappiamo benissimo qual è l’olio di cui non possiamo fare a meno e che, allo stesso tempo, è il migliore da utilizzare sia in cucina che come cosmetico: l’olio di oliva. Fortunati ad esserne leader nella produzione mondiale, è di certo insostituibile: i suoi benefici sono notissimi e non serve che ne tessiamo le lodi anche in questa sede.

Ma, certamente, esistono altri prodotti che possiedono numerose qualità come, appunto, l’olio di cocco. Essendo stato sconsigliato a lungo poiché considerato grasso e nocivo – al pari di altri olii, come l’olio di palma – è stato recentemente rivalutato grazie ad approfonditi studi scientifici. Ovviamente, senza abusarne, è fantastico per chi in cucina vuole sperimentare ed utilizzare altri ingredienti: in effetti, è un peccato utilizzare del prezioso olio extravergine d’oliva come struccante. In più, i frullati conditi con l’olio d’oliva non sono il massimo… provate, invece, l’olio di cocco: non ve ne pentirete.

tag post:
Condividi su facebook
CONDIVIDI
Iscriviti alla Newsletter
Non preoccuparti, anche noi odiamo lo spam.
© 2020 | Greender.it