fbpx
Del cocco e un barattolo di olio di cocco
Foto: Pixabay.com

Olio di Cocco per Capelli, quale Scegliere e Come Usarlo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Indice

Come già trattato precedentemente, l‘olio di cocco è un ottimo rimedio naturale per la cura del proprio corpo. Infatti, trova molti campi di applicazione, da quello alimentare a quello cosmetico.

Proprio in quest’ultimo campo, grazie alle sue proprietà, è possibile utilizzare l’olio di cocco per la cura dei propri capelli: i grassi saturi, le vitamine ed agli antiossidanti contenuti in questo alimento rinforzano, idratano e nutrono la nostra chioma. Scopriamo come utilizzarlo al meglio!

Dell'olio di cocco su un cucchiaio di legno
L’olio di cocco è ricco di acidi grassi saturi, antiossidanti e sostanze nutritive come la Vitamina E | Foto: Pixabay.com

Come scegliere l’olio di cocco ideale per i capelli

In commercio è possibile trovare diversi tipi di olio di cocco:

  • Spremuto a freddo
  • Puro
  • Biologico
  • Vergine
  • Extravergine
  • Raffinato
  • Non raffinato
  • Aggiunto in miscele di altri oli per capelli come shampoo, balsami, maschere e spray liscianti

Quello migliore da utilizzare è sicuramente quello puro non raffinato, meglio ancora se spremuto a freddo e biologico, in quanto è naturale e non trattato, dunque conserva tutte le sue proprietà intatte.

Per quali capelli è indicato e quali sono i suoi benefici?

Questo tipo di prodotto naturale è ideale per i capelli secchi e rovinati o danneggiati da prodotti e colorazioni aggressive. Anche i capelli crespi posso essere tratti con l’olio di cocco data la sua efficacia nell’eliminare l’effetto crespo. L’olio sarà in grado di restituire lucentezza e morbidezza alla vostra chioma.

Per chi, invece, ha un cuoio capelluto sensibile e soffre di dermatiti o di desquamazione, l’olio di cocco ristabilizza lo strato protettivo naturale che riveste la nostra pelle e che ci protegge dalle aggressioni esterne ed agisce da antibatterico ed antimicotico.

Dunque, quali sono i benefici che questo olio porta ai nostri capelli?

  • Previene la comparsa delle doppie punte
  • Ammorbidisce i capelli
  • Idrata e nutre i capelli
  • Rende i capelli più luminosi
  • Aiuta il cuoio capelluto sensibile

Come utilizzare l’olio di cocco

L’olio può essere applicato sia sul cuoio capelluto, sia sulla lunghezza dei capelli in base alle proprie esigenze. La cosa importante è che sia abbastanza liquida da favorire il trattamento ed il massaggio che andrete ad effettuare.

In inverno è possibile che l’olio si solidifichi, dunque sarà necessario diluirlo con dell’acqua tiepida oppure metterlo in microonde finché non raggiunge uno stato liquido ottimale per poter procedere al trattamento.

La quantità di olio da utilizzare per i vostri capelli dipende dalla lunghezza di quest’ultimi e da quanto siano folti e crespi, oltre che dal trattamento che andrete ad effettuare. In generale se si ha dei capelli lunghi e spessi, saranno necessari 75 ml di olio di cocco, mentre, se sono corti e fini, ne basteranno 45 ml. Ovviamente le quantità possono variare.

Una noce di cocco aperte in due
Uno degli acidi grassi che troviamo nel cocco in altissima percentuale è l’acido laurico, dal potere antimicotico e antifungino, che stimola la rigenerazione naturale della fibra capillare | Foto: Pixabay.com

Capelli secchi

Per contrastare i capelli fragili e secchi con l’olio di cocco, uno degli utilizzi più diffusi è un impacco da applicare prima dello shampoo.

Per realizzarlo basterà cospargere i vostri capelli con l’olio su tutta la chioma e avvolgerli in un asciugamano bagnato in acqua calda in modo da permettere all’olio di penetrare meglio all’interno del capello. Lasciatelo agire per circa mezz’ora, dopo di che procedere con il lavaggio abituale, utilizzando, possibilmente, dei prodotti delicati e assicurandovi di risciacquare via ogni residuo.

Nel caso in cui i capelli siano particolarmente secchi e rovinati, potete applicare l’olio senza asciugamano, lasciandolo agire per 2 o più ore, evitando, però di superare le 8 ore, in quanto potrebbe rendere la vostra cute eccessivamente unta.

Capelli grassi

Per quanto riguarda i capelli grassi, l’olio di cocco potrebbe appesantirli ulteriormente, ragion per cui è consigliabile utilizzarne poco e come fosse un balsamo.

Dopo lo shampoo, dunque, va applicato solo sulle punte e le lunghezze e va lasciato agire per circa 3-5 minuti. In questo modo sarà possibile beneficiare del suo effetto ristrutturante ed idratante senza, però, appesantire i capelli.

Capelli crespi

L’olio di cocco è in grado di contrastare i capelli crespi. Ciò dipende dal fatto che i capelli crespi sono dovuti alla porosità dello stelo. Questo significa che più un capello è poroso più sara incline ad incresparsi. L’olio di cocco riduce la porosità del capello ed è dunque, un rimedio naturale efficacie.

Per utilizzarlo basterà applicare 4 o 5 gocce di olio di cocco sui propri capelli quando sono ancora leggermente umidi, prima di asciugarli del tutto con il phon, partendo da metà lunghezza e arrivando alle punte senza toccare il cuoio capelluto. In seguito passate un pettine a denti larghi nella zona interessata e portate a temine l’asciugatura.

Questo trattamento permetterà di creare una barriera naturale contro l’umidità e contrastando, quindi, i capelli crespi.

Due barattoli con dell'olio di cocco
Gli oli di cocco di primissime spremiture della polpa di cocco, sono più ricchi di sostanze nutritive benefiche per il capello | Foto: Pixabay.com

Capelli bianchi

Grazie alle sue capacità antiossidanti, l’olio di cocco, combinato con il succo di limone, può essere utilizzato per prevenire la comparsa dei capelli bianchi o grigi e favorire la crescita dei capelli.

Mescolate tre cucchiaini di succo di limone con uno di olio di cocco. Dopo di che applicate il prodotto ottenuto lungo tutta la lunghezza dei capelli e lasciatelo agire almeno un’ora prima di procedere al normale lavaggio.

Lisciante per capelli

L’olio di cocco aiuta anche a mantenere i capelli lisci. Una volta che avrete ultimato la piega ed asciugato completamente i vostri capelli, applicate una piccola quantità di olio di cocco su tutta la lunghezza. Questo metodo permetterà di evitare il gonfiore dei capelli dovuti all’eccessiva umidità.

Lucidante per capelli

Volete dei capelli più luminosi? Anche in questo caso sarà possibile utilizzare l’olio di cocco.

Prima di effettuare la piega applicatelo solo sulle punte e sulle lunghezze leggermente umide procedendo, poi, con l’asciugatura con il phon. Per avere un effetto ottimale, è consigliabile tenere il phon leggermente distanziato dalla propria chioma e di utilizzarlo con un’intensità non troppo elevata.

Maschera ristrutturante per capelli

L’olio di cocco permette anche la creazione di una maschera ristrutturante per i capelli fai-da-te.

Una noce di cocco aperta a metà
Foto: Pixabay.com

Per creare una buona maschera è consigliabile utilizzare l’olio di cocco puro che non contenga alcun prodotto di origine chimica. Gli ulteriori ingredienti da utilizzare saranno il miele e lo yogurt, in grado da arricchire maggiormente le sostanze nutritive che andremo a fornire ai nostri capelli.

Ovviamente, le dosi variano in base alla lunghezza dei vostri capelli. Basandoci su una lunghezza medio/corta le quantità consigliate sono:

  • Tre cucchiai di olio di cocco puro
  • Due cucchiai di miele
  • Un cucchiaio di yogurt bianco intero
  • Un cucchiaio di aceto di mele, se avete i capelli grassi

Una volta ottenuto il vostro prodotto occorrerà applicarlo su tutta la lunghezza dei vostri capelli evitando di avvicinarvi troppo alla cute nel caso in cui voi abbiate i capelli grassi. In seguito, avvolgente i capelli nella pellicola trasparente per 30 minuti. Infine, trascorso il tempo di posa, procedere con il lavaggio.

tag post:
Condividi su facebook
CONDIVIDI
Iscriviti alla Newsletter
Non preoccuparti, anche noi odiamo lo spam.
© 2020 | Greender.it